foroeuropeo.it

Bis in idem - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 14 dicembre 2017, n. 205

Print Friendly, PDF & Email

Ne bis in idem e decisioni in rito

Si verifica un “bis in idem” qualora la stessa condotta sia gia` stata in precedenza valutata nel merito e, pertanto, si sia consumato il potere disciplinare e si sia formato un giudicato. Conseguentemente, l’annullamento in rito (nella specie, per motivi formali) della decisione disciplinare del Consiglio territoriale che abbia irrogato la sanzione disciplinare, non si traduce in una preclusione comportante l’impossibilita` di riesaminare i fatti posti a fondamento degli addebiti e, quindi, una consumazione del potere disciplinare, poiche´ il giudicato si riferisce al solo accertamento della nullita`, la quale non si propaga agli atti precedenti a quello dichiarato invalido.

Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 14 dicembre 2017, n. 205

 

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

procedura penale

procedura civile

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile