foroeuropeo.it

Il rapporto dell’avvocato con chi deve testimoniare o lo ha già fatto - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2012, n. 200

Print Friendly, PDF & Email

Il rapporto dell’avvocato con chi deve testimoniare o lo ha già fatto - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2012, n. 200

Il precetto deontologico di cui all’art. 52 I° canone CDF riguarda ogni ipotesi di rapporto con i testimoni – segnatamente di controparte – indipendentemente dalla circostanza che gli stessi debbano rendere la testimonianza o l’abbiano già resa; ciò soprattutto quando l’intervento dell’avvocato si attua nella richiesta di una ritrattazione della quale addirittura si anticipano i contenuti, con evidenti coartazione, non rileva se preventiva o postuma, della libera determinazione del teste al quale si chiede, non già una deposizione compiacente atteso l’espletamento ormai avvenuto dell’esame, bensì, minacciando conseguenze di natura penale e risarcitoria, una ritrattazione utile alle ragioni del proprio assistito.

Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 28 dicembre 2012, n. 200

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

procedura penale

procedura civile

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile