foroeuropeo.it

incompatibilità ex art. 3 L.P.F. – Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 15 dicembre 2011, n. 213

Print Friendly, PDF & Email

Avvocato – Tenuta degli albi – Elenco Speciale degli Avvocati di Enti Pubblici – Regime di incompatibilità ex art. 3 L.P.F. – Eccezione – Condizioni – Indipendenza ed autonomia – Contestuale svolgimento attività legale ed amministrativa e facoltà discrezionale di revoca – Esclusione – Cancellazione – Legittimità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 15 dicembre 2011, n. 213

L’ufficio legale dell’ente pubblico cui fa riferimento l’eccezione al regime delle incompatibilità disciplinato dall’art. 3 L.P.F. deve costituire un’unità organica autonoma e gli avvocati ad esso addetti devono esercitare le funzioni di competenza con sostanziale estraneità all’apparato amministrativo dell’ente, in una posizione d’indipendenza da tutti i settori previsti dall’organico. Il contemporaneo svolgimento di una attività legale e di una attività amministrativa non consente pertanto di ritenere integrato l’essenziale requisito dell’esclusività che, inteso in senso oggettivo ed esterno, assicura l’autonomia della funzione, ne garantisce l’indipendenza e la preserva da condizionamenti derivanti dall’attività amministrativa.
Qualora un Comune, nel conferire all’avvocato peculiari diverse funzioni anche direttive nell’organizzazione dell’ente, tra cui quella di responsabilità dell’Ufficio legale-contenzioso, conservi una facoltà di revoca dell’incarico sostanzialmente discrezionale in ragione dei mutamenti dell’organizzazione e dei risultati negativi nell’attività svolta, tale facoltà, minando la stabilità dell’assegnazione all’ufficio legale, si pone in contrasto con l’indipendenza e l’autonomia di giudizio e di iniziativa che devono caratterizzare l’avvocato dell’ente pubblico. (Rigetta il ricorso avverso decisione C.d.O. di Palmi, 30 aprile 2010).

Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 15 dicembre 2011, n. 213

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

procedura penale

procedura civile

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile