IN EVIDENZA

cameramen 2video evento del 29.11.2022 h. 13.30  - Focus su alcuni argomenti previsti nell’ordinamento professionale forense (L. 247/2012). Relatori: Avv. Isabella Maria Stoppani - Avvocato del Foro di Roma - Consigliere Nazionale Forense - Avv. Carlo Testa - Già Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma Convegno in videoconferenza di gruppo a distanza -  Accreditato dal Consiglio Nazionale Forense - 3 crediti formativi di cui 2 c.f. validi nelle materie obbligatorie (deontologia). registrazione partecipanti. . . . leggi tutto


CORSO OBBLIGATORIO INTEGRATIVO DELLA PRATICA FORENSE - art. 43 L. 247/2012.  La Scuola Forense Foroeuropeo è stata accreditata dal Consiglio Nazionale Forense, con delibera n. 636 del 23 Settembre 2022,  ai sensi dell’art. 2 del D.M. 09/02/2018 n. 17, per l’organizzazione dei corsi di formazione di cui all’art. 43 della L. 247 del 31/12/2012.

Roma - Inizio 3 Dicembre 2022 h.9 - Semestre: Novembre 2022/Aprile 2023 -  Corso di formazione obbligatorio integrativo della pratica forense per sostenere l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense - -  _ _ _ _ leggi tutto

Napoli - Lunedì 12 Dicembre 2022 InizioSemestre: Novembre 2022/Aprile 2023 - Corso di formazione obbligatorio integrativo della pratica forense per sostenere l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense  - _ _ _ _ leggi tutto

L’Assemblea dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura Italiana riunita il giorno 26 febbraio 2016

visto

il regolamento adottato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta amministrativa dell’11 dicembre 2015, avente ad oggetto “rimborsi spese e gettoni di presenza”;

rilevato

che dall’avvocatura si sono levate voci critiche sul metodo con cui il CNF è pervenuto all’approvazione del suddetto regolamento;

osservato

che l’avvocatura, in tutto il territorio nazionale è afflitta da una profonda crisi reddituale e soffre lo svilimento del suo ruolo;

che, in questo momento è inopportuna e non condivisibile la scelta operata dal Consiglio Nazionale Forense di aggiungere ai rimborsi spese e ai benefit già oggi esistenti in favore dei componenti del CNF e dell’Ufficio di Presidenza “gettoni di presenza” di entità rilevante calcolati in euro 90.000 in favore del Presidente, 50.000 in favore del Vicepresidente, 70.000 in favore del Consigliere Segretario ed euro 50.000 in favore del Tesoriere, nonché euro 650,00 oltre accessori di legge in favore dei Consiglieri nazionali per ciascuna udienza giurisdizionale e/o seduta amministrativa;

che tale regolamento, nonostante costituisca una novità assoluta nella storia del CNF e degli Ordini territoriali e determini un rilevante impegno di spesa a carico degli avvocati, è stato adottato senza l’opportuno confronto con l’Organismo Unitario dell’Avvocatura nonché con i singoli Consigli degli Ordini e le Associazioni maggiormente rappresentative;

che è improcrastinabile un confronto all’interno dell’avvocatura che conduca a decisioni chiare sulle regole che presiedano e definiscano in modo definitivo competenze e poteri degli Organi rappresentativi dell’Avvocatura.

Tutto ciò premesso

l’Assemblea dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura

INVITA

il Consiglio Nazionale Forense a sospendere il regolamento sui rimborsi spese e sui gettoni di presenza rimettendo al Congresso Nazionale Forense il confronto sul tema.

Il Segretario

avv.Stefano Radicioni

Il Presidente

avv.Mirella Casiello

Roma, 26 febbraio 2016