087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online logo 087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online foro_rivista

512 visitatori e 5 utenti online

087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico)

Codice di procedura civile Libro primo: DISPOSIZIONI GENERALI Titolo III: DELLE PARTI E DEI DIFENSORI Capo II: DEI DIFENSORI 87. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico)

Art. 87. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) 

La parte puo' farsi assistere da uno o più avvocati, e anche da un consulente tecnico nei casi e con i modi stabiliti nel presente codice.

___________________________________________________________

Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo le massime di riferimento in ordine di pubblicazione - La visualizzazione delle massime può essere modificata attivando la speciale funzione prevista. E' possibile attivare una ricerca full test inserendo la parola chiave nel campo "cerca"

087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55Procedimento civile - fascicolo - di parte - ritiro - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 16212 del 28/06/2017
Mancanza di annotazione del ritiro - Dovere del giudice di disporre ricerche in cancelleria - Presupposti - Violazione - Conseguenze - Vizio di motivazione - Censurabilità in sede di legittimità - Condizioni - Indicazione del contenuto dei documenti smarriti - Necessità. Se, al momento della decisione della causa, risulti la mancanza di taluni atti da un fascicolo di parte, il giudice è tenuto a disporne la ricerca o, eventualmente, la ricostruzione, solo se sussistano elementi per ritenere che tale mancanza sia involontaria, ovvero dipenda da smarrimento o sottrazione. Qualora, pur in presenza di tali elementi, il giudice ometta di disporre la ricerca o la ricostruzione degli atti mancanti, tale omissione può tradursi in un vizio della motivazione, ma la parte che intenda censurare un siffatto vizio in sede di legittimità ha l'onere di richiamare nel ricorso il contenuto dei documenti dispersi e dimostrarne la rilevanza ai fini di una decisione diversa. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 16212 del 28/06/2017  ...
087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55prova civile - consulenza tecnica - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 24996 del 10/12/2010
Vizi procedurali inerenti alle operazioni peritali - Nullità relativa - Deducibilità - Prima difesa successiva al deposito della relazione - Consulenza d'ufficio svolta con rogatoria estera - Regime applicabile anche a consulenza disposta con rogatoria estera - Configurabilità. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 24996 del 10/12/2010 L'eccezione di nullità della consulenza tecnica d'ufficio, dedotta per vizi procedurali inerenti alle operazioni peritali, avendo carattere relativo, resta sanata se non fatta valere nella prima istanza o difesa successiva al deposito avendo natura giuridica di nullità relativa. Tale qualificazione giuridica permane tuttavia anche per l'ipotesi in cui la consulenza sia svolta tramite rogatoria alla competente autorità estera, ai sensi dell'art. 7 della Convenzione dell'Aja del 18 marzo 1970. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 24996 del 10/12/2010  ...
087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55Prova civile - consulenza tecnica – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 22843 del 25/10/2006
Vizi procedurali inerenti alle operazioni peritali - Nullità di carattere relativo - Deducibilità - Prima difesa successiva al deposito della relazione del c.t.u. - Necessità - Omissione - Conseguente sanatoria della nullità - Rinvio per esame della relazione disposta nell'udienza immediatamente successiva al deposito - Irrilevanza. L'eccezione di nullità della consulenza tecnica d'ufficio, dedotta per vizi procedurali inerenti alle operazioni peritali, avendo carattere relativo, resta sanata se non fatta valere nella prima istanza o difesa successiva al deposito, per tale intendendosi anche l'udienza successiva al deposito, nella quale il giudice nella quale il giudice abbia rinviato la causa per consentire l'esame della relazione, poiché le denuncia di detto inadempimento formale non richiede la conoscenza del contenuto della relazione. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 22843 del 25/10/2006  ...
087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55prova civile - consulenza tecnica - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 22843 del 25/10/2006
Vizi procedurali inerenti alle operazioni peritali - Nullità di carattere relativo - Deducibilità - Prima difesa successiva al deposito della relazione del c.t.u. - Necessità - Omissione - Conseguente sanatoria della nullità - Rinvio per esame della relazione disposta nell'udienza immediatamente successiva al deposito - Irrilevanza. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 22843 del 25/10/2006 L'eccezione di nullità della consulenza tecnica d'ufficio, dedotta per vizi procedurali inerenti alle operazioni peritali, avendo carattere relativo, resta sanata se non fatta valere nella prima istanza o difesa successiva al deposito, per tale intendendosi anche l'udienza successiva al deposito, nella quale il giudice nella quale il giudice abbia rinviato la causa per consentire l'esame della relazione, poiché le denuncia di detto inadempimento formale non richiede la conoscenza del contenuto della relazione. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 22843 del 25/10/2006  ...
087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55Procedimento civile - difensori - mandato alle liti (procura) - pluralità di difensori – Corte Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 7021 del 08/05/2003
Ricorso per cassazione - Sottoscrizione da parte di un solo difensore - Validità - Condizioni - Certificazione della sottoscrizione della parte - Mandato congiunto o disgiunto - Rilevanza - Esclusione. Se il mandato alle liti viene conferito a più difensori, ciascuno di Essi, in difetto di un'espressa ed inequivoca volontà della parte circa il carattere congiuntivo, e non disgiuntivo, del mandato medesimo, ha pieni poteri di rappresentanza processuale, con la conseguenza che in caso di procura speciale per ricorrere per cassazione il ricorso è validamente proposto se sottoscritto anche da uno solo di essi, mentre è del tutto irrilevante la natura congiunta o disgiunta del mandato ai fini della autenticazione della sottoscrizione della procura medesima, atteso che la certificazione ad opera del difensore non comporta esercizio di attività defensionale ma costituisce esercizio di un potere eccezionalmente attribuito al difensore stesso, sicché la sottoscrizione può essere certificata efficacemente anche da uno solo dei difensori, anche nell'ipotesi di mandato congiuntivo (peraltro non ricorrente nella specie). Corte Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 7021 del 08/05/2003  ...
087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55Comune - organi - giunta comunale - assessori - in genere – Corte Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 11859 del 22/10/1999
Assessore delegato agli affari dell'avvocatura comunale - Nomina di CTP - Potere - Sussistenza. Rientra nei poteri dell'assessore delegato agli affari dell'avvocatura comunale quello di nominare consulenti tecnici di parte per i processi per i quali sia stata assunta delibera di autorizzazione a stare in giudizio; la delega si estende infatti a tutti gli atti resi necessari dall'andamento processuale delle controversie pendenti, senza che siano necessarie un'apposita delega o autorizzazione, essendo del resto la nomina del consulente di parte atto del difensore. Corte Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 11859 del 22/10/1999  ...
087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55Procedimento civile - difensori - mandato alle liti (procura) - pluralità di difensori – Corte Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 5389 del 16/06/1997
Ricorso per cassazione - Sottoscrizione da parte di un solo difensore - Validità - Condizioni. Qualora nella procura speciale per ricorrere in cassazione ex art. 365 cod. proc. civ. siano indicati contestualmente due avvocati senza peraltro l'espressa previsione che il mandato ha carattere congiunto, ciascuno di essi ha pieni poteri di rappresentanza processuale, con la conseguenza che il ricorso è validamente proposto anche se sottoscritto da uno solo dei due. Corte Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 5389 del 16/06/1997  ...
087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55Procedimento civile - difensori - mandato alle liti (procura) – Corte Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 5185 del 28/11/1989
Pluralità dei difensori - ricorso per cassazione - sottoscrizione da parte di un solo difensore - validità.* Dai principi in tema di mandato e di procura ed in particolare dell'art. 1716, secondo comma, cod. civ. disciplinante l'ipotesi di pluralità di mandatari, discende che, se il mandato alle liti viene conferito a più difensori, ciascuno di essi, in difetto di una espressa volontà della parte circa il carattere congiuntivo del mandato medesimo, ha pieni poteri di rappresentanza processuale, con la conseguenza che in caso di procura speciale per ricorrere in Cassazione ex art. 365 cod. proc. civ., il ricorso è validamente proposto anche se sottoscritto da uno solo di essi. ( Conf 3745/85, mass n 441323).* Corte Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 5185 del 28/11/1989  ...
087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55Procedimento civile - difensori - mandato alle liti (procura) – Corte Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 5185 del 28/11/1989
Pluralità dei difensori - ricorso per cassazione - sottoscrizione da parte di un solo difensore - validità.* Dai principi in tema di mandato e di procura ed in particolare dell'art. 1716, secondo comma, cod. civ. disciplinante l'ipotesi di pluralità di mandatari, discende che, se il mandato alle liti viene conferito a più difensori, ciascuno di essi, in difetto di una espressa volontà della parte circa il carattere congiuntivo del mandato medesimo, ha pieni poteri di rappresentanza processuale, con la conseguenza che in caso di procura speciale per ricorrere in Cassazione ex art. 365 cod. proc. civ., il ricorso è validamente proposto anche se sottoscritto da uno solo di essi. ( Conf 3745/85, mass n 441323).* Corte Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 5185 del 28/11/1989  ...
087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55Prova civile - consulenza tecnica - consulente di parte - in genere – Corte Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 4460 del 21/08/1985
Responsabilità per mancato compimento di attività difensiva - insussistenza.* Il consulente di parte rappresenta la medesima, della quale è ausiliare, nel limitato ambito delle indagini tecniche e, pertanto, non può essere ritenuto responsabile del mancato compimento di attività difensive - come la richiesta di un provvedimento istruttorio - che, esulando dal detto limitato ambito, competono, invece, al difensore.* Corte Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 4460 del 21/08/1985  ...
087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55Prova civile - consulenza tecnica - poteri (o obblighi) del giudice - valutazione della consulenza - d'ufficio - di parte – Corte Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 2044 del 22/06/1972
Efficacia vincolante delle conclusioni del consulente - esclusione - accordo tra consulente d'ufficio e quello di parte - irrilevanza - natura negoziale - insussistenza - limiti.* 138062 359203* Il parere espresso dal consulente tecnico di ufficio (e tanto meno quello espresso dal consulente tecnico di parte, che non ha efficacia maggiore rispetto al primo), non ha carattere vincolante per il giudice di merito, per il quale il suddetto parere costituisce soltanto un elemento per la formazione del suo convincimento. Neppure l'accordo dei consulenti di parte e di quello d'ufficio su determinati punti di fatto puo vincolare il giudice, il cui apprezzamento al riguardo resta sempre sovrano. All'indicato accordo, in difetto di specifico incarico con cui si attribuisca ai consulenti tecnici delle parti una qualita diversa da quella contemplata dall'art 87 del codice di rito, non puo essere riconosciuta natura negoziale.* Corte Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 2044 del 22/06/1972  ...
087. (Assistenza degli avvocati e del consulente tecnico) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online riga_9_55Prova civile - consulenza tecnica - poteri (o obblighi) del giudice - valutazione della consulenza - d'ufficio - di parte – Corte Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 2044 del 22/06/1972
Efficacia vincolante delle conclusioni del consulente - esclusione - accordo tra consulente d'ufficio e quello di parte - irrilevanza - natura negoziale - insussistenza - limiti.* 138062 359203* Il parere espresso dal consulente tecnico di ufficio (e tanto meno quello espresso dal consulente tecnico di parte, che non ha efficacia maggiore rispetto al primo), non ha carattere vincolante per il giudice di merito, per il quale il suddetto parere costituisce soltanto un elemento per la formazione del suo convincimento. Neppure l'accordo dei consulenti di parte e di quello d'ufficio su determinati punti di fatto puo vincolare il giudice, il cui apprezzamento al riguardo resta sempre sovrano. All'indicato accordo, in difetto di specifico incarico con cui si attribuisca ai consulenti tecnici delle parti una qualita diversa da quella contemplata dall'art 87 del codice di rito, non puo essere riconosciuta natura negoziale.* Corte Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 2044 del 22/06/1972  ...

___________________________________________________________
Copyright © 2001 Foroeuropeo: Il codice di procedura civile - www.foroeuropeo.it
- Reg. n. 98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Avv. Domenico Condello

Stampa Email

FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica
Rivista Specialistica - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma

Elenco Speciale Ordine Giornalisti del Lazio
Direttore Editoriale avv. Domenico Condello

Foroeuropeo S.r.l.
Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma
CF- PI 13989971000

Copyright © 2001 - 2019 - tutti i diritti riservati

Comitato Redazione e Collaboratori

Collabora con foroeuropeo

pubblicità - note legali