265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online logo 265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online foro_rivista

1204 visitatori e 3 utenti online

265. (Giuramento)

Codice di procedura civile Libro secondo: DEL PROCESSO DI COGNIZIONE Titolo I: DEL PROCEDIMENTO DAVANTI AL TRIBUNALE Capo II: DELL'ISTRUZIONE DELLA CAUSA Sezione I: DEI POTERI DEL GIUDICE ISTRUTTORE IN GENERALE Sezione II: DELLA TRATTAZIONE DELLA CAUSA Sezione III: DELL'ISTRUZIONE PROBATORIA § 1: DELLA NOMINA E DELLE INDAGINI DEL CONSULENTE TECNICO § 2: DELL'ASSUNZIONE DEI MEZZI DI PROVA IN GENERALE § 3: DELL'ESIBIZIONE DELLE PROVE § 4: DEL RICONOSCIMENTO E DELLA VERIFICAZIONE DELLA SCRITTURA PRIVATA § 5: DELLA QUERELA DI FALSO § 6: DELLA CONFESSIONE GIUDIZIALE E DELL'INTERROGATORIO FORMALE § 7: DEL GIURAMENTO § 8: DELLA PROVA PER TESTIMONI § 9: DELLE ISPEZIONI, DELLE RIPRODUZIONI MECCANICHE E DEGLI ESPERIMENTI § 10: DEL RENDIMENTO DEI CONTI 265. (Giuramento)

Art. 265. (Giuramento)

1. Il collegio può ammettere il creditore a determinare con giuramento le somme a lui dovute, se la parte tenuta al rendiconto non lo presenta o rimane contumace. Si applica in tal caso la disposizione dell'articolo 241.

2. Il collegio può altresì ordinare a chi rende il conto di asseverare con giuramento le partite per le quali non si può o non si suole richiedere ricevuta; ma può anche ammetterle senza giuramento, quando sono verosimili e ragionevoli.

_________________________________________________________________________________
Giurisprudenza:

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo le prime cento massime della Cassazione di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI alla fine delle 100 massime per continuare la visualizzazione).

La visualizzazione delle massime può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile attivare una ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca".

265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - rendimento dei conti – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 19991 del 14/11/2012
Modalità di adempimento - Rispetto dei criteri di buona amministrazione - Prova - Necessità. L'obbligo di rendiconto è legittimamente adempiuto quando chi vi sia tenuto fornisca la prova, attraverso i necessari documenti giustificativi, non soltanto delle somme incassate e dell'entità causale degli esborsi, ma anche di tutti gli elementi di fatto funzionali alla individuazione ed al vaglio delle modalità di esecuzione dell'incarico, onde stabilire se il suo operato si sia adeguato a criteri di buona amministrazione. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 19991 del 14/11/2012  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - rendimento dei conti – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 7527 del 12/08/1997
Presentazione di conto carente e inadeguato - Ammissibilità del giuramento ex art. 265 comma primo cod. proc. civ. - Oggetto del giuramento - Singole partite del conto - Esclusione. In tema di rendimento di conti, il giuramento previsto dal primo comma dell'art. 265 cod. proc. civ. può essere deferito anche quando il conto sia stato presentato ma le sue carenze siano tali da renderlo totalmente inadeguato alla rappresentazione, in termini contabili, dei rapporti derivati dall'attività gestoria e del suo esito. In tal caso, però, il giuramento non può avere ad oggetto singole partite del conto, sia perché esse non coincidono con il risultato complessivo della gestione, sia perché, essendo il conto presentato dal gestore totalmente inidoneo alla ricostruzione dell'attività svolta, la certezza raggiunta in ordine a tali specifici punti non potrebbe condurre all'accertamento delle somme dovute. È invece consentito che il giuramento previsto dal secondo comma dell'art. 265 citato abbia ad oggetto singole partite, perché, in relazione a tale ipotesi, non è in discussione l'idoneità del conto ad assolvere le finalità che gli sono affidate dalla legge, trattandosi di disposizione intesa ad agevolare l'attività probatoria del gestore in relazione alla dimostrazione dell'esistenza di spese per le quali "non si può o non si vuole rilasciare ricevuta". Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 7527 del 12/08/1997  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prove civili - giuramento - ammissibilità - del giuramento estimatorio - condizioni – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 6232 del 15/07/1987
Conto generico ed inidoneo alla ricostruzione dell'attività svolta dalla parte tenuta a renderlo - rilevanza.* L'art. 265 cod. proc. civ. autorizza il giudice ad avvalersi del giuramento estimatorio per il solo fatto che la parte tenuta a rendere il conto non lo presenti, in presenza dell'accertata impossibilità di determinare altrimenti il credito dell'avente diritto. All'ipotesi della mancata presentazione deve equipararsi il caso in cui il conto sia generico ed inidoneo alla ricostruzione dell'attività svolta, come nel caso che contenga, la mera indicazione dei dati contabili sulle entrate e sulle uscite, dovendo esso dare la prova non solo della quantità e qualità delle somme incassate e della entità causale degli esborsi, ma anche di tutti gli elementi di fatto che consentono di valutare le modalità con cui l'incarico è stato eseguito, al fine di riscontrare un operato conforme a quei criteri di buona amministrazione che, alla luce del principio stabilito dall'art. 1176 cod. civ., vengono ribaditi in tema di mandato dall'art. 1710 cod. civ.. ( Conf 1970/76, mass n 380781, sulla prima parte).* Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 6232 del 15/07/1987  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - rendimento dei conti - deposito in cancelleria del conto con i documenti giustificativi – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 5897 del 04/10/1986
Omissione - determinazione delle somme dovute - deferimento al creditore del giuramento - potere discrezionale del giudice di merito - incensurabilità in cassazione.* In difetto di un rendiconto regolarmente presentato (nella specie, prospetto di cifre senza alcun documento giustificativo a suo supporto), l'ammissione del creditore a determinare con giuramento le somme a lui dovute costituisce una facoltà discrezionale del giudice del merito, non sindacabile in Cassazione. ( Conf 2335/77, mass n 386046; ( Conf 629/68, mass n 331786).* Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 5897 del 04/10/1986  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - rendimento dei conti - ordine del giudice – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 485 del 20/01/1981
Inosservanza - conseguenze.* La inosservanza dell'ordine del giudice in ordine al rendimento del conto non comporta a carico del convenuto l'inversione dello Onere della prova, che resta pur sempre a carico dell'attore che si assume creditore, ma - oltre che dar luogo al deferimento del giuramento, ai sensi dell'art 265 cod proc civ - puo essere al piu valutata dal giudice, nel suo prudente apprezzamento, come argomento di prova, in conformita di quanto previsto dall'art 116, secondo comma, cod proc civ. ( Conf 889/73, mass n 363222; ( Conf 2876/67, mass n 330483).* Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 485 del 20/01/1981  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - rendimento dei conti - omessa presentazione del conto – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 485 del 20/01/1981
Conseguenze sfavorevoli alla parte tenuta - condizioni.* In tema di rendimento dei conti, poiche le norme di cui agli artt 264 e 265 cod proc civ sono applicabili unicamente nel caso in cui il conto sia reso nelle forme e con gli effetti di cui all'art 263 cod proc civ, eventuali implicazioni sfavorevoli alla parte tenuta alla presentazione del conto, che ometta di adempiere all'incombente, possono trarsi soltanto quando tale procedura sia stata prescelta dal giudice, mediante l'adozione dei provvedimenti all'uopo occorrenti. ( Conf 3278/73, mass n 367133).* Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 485 del 20/01/1981  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - rendimento dei conti - revisione del conto approvato – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 1151 del 15/02/1980
Condizioni - presupposti - chiusura del conto per prestazione del giuramento estimatorio deferito dal collegio al creditore - idoneita.* Il principio di cui all'art 266 cod proc civ, secondo cui la revisione del conto che la parte ha approvato puo essere chiesta soltanto in caso di errore materiale, omissione, falsita o duplicazione di partite si applica non solo nella ipotesi di normale accettazione del conto, ma anche allorche, in luogo dell'accettazione, il conto si sia chiuso con la prestazione del giuramento estimatorio che il collegio puo deferire al creditore.* Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 1151 del 15/02/1980  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Avvocato e procuratore - onorari - valore della causa - normativa applicabile - determinazione – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 4805 del 09/11/1977
Normativa della competenza per valore - applicabilità - cause di rendimento del conto - cause di risarcimento del danno - criterio ex art 14 cod proc civ - applicabilità - conseguenze - domanda generica di rendiconto di una comunione ereditaria - generica domanda riconvenzionale di risarcimento del danno - valore delle relative controversie - limite massimo della competenza del giudice adito.* Poichè ai fini della liquidazione degli onorari difensivi il valore della causa si determina in base alle norme del codice di procedura civile concernenti la competenza per valore, per cui le cause aventi ad oggetto l'Obbligo di rendere il conto e quelle di risarcimento del danno essendo sempre valutabili in denaro, rientrano tra quelle di cui all'art 14 cod proc civ, ne deriva che deve presumersi di valore equivalente al limite massimo di Competenza del giudice adito la causa in cui l'attore non precisi la somma pretesa dall'obbligato al rendiconto per la gestione di una comunione ereditaria e questi, dal suo canto, non precisi l'ammontare del risarcimento chiesto in riconvenzionale e dovuto per danni arrecati dall'attore alla comunione stessa. ( V 3969/75, mass n 378256).* Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 4805 del 09/11/1977  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Avvocato e procuratore - onorari - valore della causa - normativa applicabile - determinazione – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 4805 del 09/11/1977
Normativa della competenza per valore - applicabilita - cause di rendimento del conto - cause di risarcimento del danno - criterio ex art 14 cod proc civ - applicabilita - conseguenze - domanda generica di rendiconto di una comunione erria - generica domanda riconvenzionale di risarcimento del danno - valore delle relative controversie - limite massimo della competenza del giudice adito.* Poichè ai fini della liquidazione degli onorari difensivi il valore della causa si determina in base alle norme del codice di procedura civile concernenti la Competenza per valore, per cui le cause aventi ad oggetto l'Obbligo di rendere il conto e quelle di risarcimento del danno essendo sempre valutabili in denaro, rientrano tra quelle di cui all'art 14 cod proc civ, ne deriva che deve presumersi di valore equivalente al limite massimo di Competenza del giudice adito la causa in cui l'attore non precisi la somma pretesa dall'obbligato al rendiconto per la gestione di una comunione ereditaria e questi, dal suo canto, non precisi l'ammontare del risarcimento chiesto in riconvenzionale e dovuto per danni arrecati dall'attore alla comunione stessa. ( V 3969/75, mass n 378256).* Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 4805 del 09/11/1977  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - rendimento dei conti – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 2335 del 07/06/1977
Giuramento del creditore sulle somme a lui dovute - ammissione - facolta discrezionale del giudice del merito.* L'ammissione del creditore a determinare con giuramento le somme a lui dovute, ai sensi dell'art 265 primo comma cod proc civ, per il caso in cui il debitore non adempia all'Obbligo di presentare il rendiconto, costituisce facolta discrezionale del giudice del merito, insindacabile in Sede di legittimita. ( Conf 3278/73, mass n 367134; ( Conf 629/68, mass n 331786).* Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 2335 del 07/06/1977  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Competenza civile - competenza per valore - somme di denaro e beni mobili – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3969 del 27/11/1975
Criterio di determinazione del valore - obbligo di rendiconto - relative controversie - applicabilità del criterio.* L'obbligazione di rendiconto e un'obbligazione di fare, il cui valore può sempre valutarsi pecuniariamente, perche riconducibile, in definitiva, ad una somma di danaro. Pertanto, le controversie aventi ad oggetto l'Obbligo di rendere il conto debbono farsi rientrare tra quelle regolate dall'art 14 cod proc civ, il quale fa riferimento, ai fini della Competenza per valore, alla somma indicata o al valore dichiarato dall'attore, salve le contestazioni che, al riguardo, il convenuto faccia nella sua prima difesa. ( V 3315/71, mass n 354804; 2397/65, mass n 314480).* Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3969 del 27/11/1975  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - giuramento - ammissibilita - del giuramento estimatorio – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 2718 del 09/10/1974
In sede di rendiconto - ammissibilita - condizioni.* 138245 371180* Il giuramento deferito in Sede di rendiconto ha natura di giuramento estimatorio al quale - come previsto dall'art 241, espressamente richiamato dal primo comma dell'art 265, del cod proc civ - si ricorre se ed in quanto non sia possibile accertare altrimenti il valore della cosa domandata; e cio a differenza del giuramento che, per il secondo comma dell'art 265, il giudice puo deferire a chi non rende il conto, e che costituisce una Forma speciale di giuramento suppletorio.* Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 2718 del 09/10/1974  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - giuramento - ammissibilita - del giuramento estimatorio - suppletorio - nozione e differenze – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 2072 del 26/07/1963
Giudizio di rendimento del conto - natura del giuramento sull'ammontare delle somme dovute.* E estimatorio soltanto il giuramento che e deferito allo scopo di determinare, perche impossibile provarlo altrimenti, il valore della cosa dovuta e che non e possibile prestare in natura, mentre e suppletorio quello che ha lo scopo di integrare la prova insufficiente anche se tale integrazione incida sulla valutazione di un rapporto negoziale. Costituisce Forma speciale di giuramento suppletorio e non estimatorio quella di cui all'art 265 comma secondo cod proc civ.* Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 2072 del 26/07/1963  ...
265. (Giuramento) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - giuramento - ammissibilita - del giuramento estimatorio – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 2072 del 26/07/1963
Suppletorio - nozione e differenze - giudizio di rendimento del conto - natura del giuramento sull'ammontare delle somme dovute.* E estimatorio soltanto il giuramento che e deferito allo scopo di determinare, perche impossibile provarlo altrimenti, il valore della cosa dovuta e che non e possibile prestare in natura, mentre e suppletorio quello che ha lo scopo di integrare la prova insufficiente anche se tale integrazione incida sulla valutazione di un rapporto negoziale. Costituisce Forma speciale di giuramento suppletorio e non estimatorio quella di cui all'art 265 comma secondo cod proc civ.* Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 2072 del 26/07/1963  ...

_________________________________________________________________________________
Copyright © 2001 Foroeuropeo: Il codice di procedura civile - www.foroeuropeo.it
- Reg. n. 98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Avv. Domenico Condello

Stampa Email

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati