313. (Querela di falso) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online logo 313. (Querela di falso) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online foro_rivista

1090 visitatori e 3 utenti online

313. (Querela di falso)

Codice di procedura civile Libro secondo: DEL PROCESSO DI COGNIZIONE Titolo II: DEL PROCEDIMENTO DAVANTI AL GIUDICE DI PACE Capo I: DISPOSIZIONI COMUNI 313. (1) (Querela di falso)

Art. 313. (1) (Querela di falso)

Se è proposta querela di falso, (2) il giudice di pace, quando ritiene il documento impugnato rilevante per la decisione, sospende il giudizio e rimette le parti davanti al tribunale per il relativo procedimento. Puo' anche disporre a norma dell'articolo 225 secondo comma.

---
(1) Articolo così modificato dalla L. 21 novembre 1991, n. 374.
(2) Le parole "il pretore o" sono state soppresse dall'art. 72, D.Lgs. 19 febbraio 1998, n. 51.

___________________________________________________________
Giurisprudenza:

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo le prime cento massime della Cassazione di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI alla fine delle 100 massime per continuare la visualizzazione).

La visualizzazione delle massime può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile attivare una ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca".

313. (Querela di falso) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - falso civile - querela di falso - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 19576 del 30/09/2015
Proposizione dinanzi al Giudice di pace - Provvedimento di sospensione ex art. 313 c.p.c. - Regolamento di competenza su istanza del proponente la querela - Inammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 19576 del 30/09/2015 È inammissibile il regolamento di competenza, su istanza del proponente la querela di falso innanzi al giudice di pace, avverso il provvedimento di sospensione del processo reso dal medesimo giudice agli effetti dell'art. 313 c.p.c., diretto a far valere l'inammissibilità della querela, atteso che il controllo di legittimità, in tale ipotesi, è limitato alla verifica dell'avvenuta proposizione di querela di falso e che la disposizione non sia stata abusivamente invocata, spettando al giudice della querela l'esame delle questioni procedurali o sostanziali attinenti alla stessa. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 19576 del 30/09/2015    ...
313. (Querela di falso) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10prova civile - falso civile - querela di falso - forma, modo e tempo della proposizione – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 759 del 16/01/2014
Querela di falso proposta in via principale - Conferma alla prima udienza - Necessità - Querela proposta in via incidentale - Successiva conferma - Esclusione - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 759 del 16/01/2014 La necessità che la querela di falso sia confermata nella prima udienza, prevista dall'art. 99 disp. att. cod. proc. civ., sussiste soltanto nel caso di querela proposta in via principale, mentre non è necessaria ove la stessa sia stata proposta in via incidentale dinanzi al giudice di pace, con successiva riassunzione del giudizio di falso dinanzi al Tribunale, ai sensi dell'art. 313 cod. proc. civ., atteso che, in tale evenienza, al querelante è noto che l'altra parte intende avvalersi del documento contestato.Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 759 del 16/01/2014...
313. (Querela di falso) - Foroeuropeo Rivista Giuridica Online freccia_27_10Prova civile - falso civile - querela di falso - forma, modo e tempo della proposizione – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 196 del 09/01/2014
Querela di falso proposta in via principale - Conferma alla prima udienza - Necessità - Querela proposta in via incidentale - Successiva conferma - Esclusione - Fondamento. La necessità che la querela di falso sia confermata nella prima udienza, prevista dall'art. 99 disp. att. cod. proc. civ., sussiste soltanto nel caso di querela proposta in via principale, mentre non è necessaria ove la stessa sia stata proposta in via incidentale dinanzi al giudice di pace, con successiva riassunzione del giudizio di falso dinanzi al Tribunale, ai sensi dell'art. 313 cod. proc. civ., atteso che, in tale evenienza, al querelante è noto che l'altra parte intende avvalersi del documento contestato. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 196 del 09/01/2014  ...

___________________________________________________________
Copyright © 2001 Foroeuropeo: Il codice di procedura civile - www.foroeuropeo.it
- Reg. n. 98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Avv. Domenico Condello

Stampa Email

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati