foroeuropeo.it

Corso specifico per la preparazione al concorso addetti all’ufficio del processo. In arrivo il prossimo x 8.300 - 2022

Print Friendly, PDF & Email

toghe rosseLa Scuola Forense Foroeuropeo, ormai da anni specializzata nella formazione di giovani giuristi, con questo nuovo corso, offre lo strumento specifico e qualificato per la preparazione alla prova scritta che prevede 40 quesiti a risposta multipla da risolvere nell’arco di 60 minuti aventi ad oggetto il Diritto pubblico; l'Ordinamento giudiziario e la Lingua inglese, per il concorso per il reclutamento a tempo determinato di 8500 addetti all’Ufficio per il processo (prossima pubblicazione in G.U.). 

Il corso è sviluppato in percorsi formativi, accessibili online h 24 sulla piattaforma di elearnig Foroeuropeo, per ciascuna delle tre materie. Ogni percorso formativo prevede un indice relativo all’istituto giuridico trattato ed all’argomento oggetto dello stesso e contiene: - mappe/schemi concettuali e quiz a risposta multipla con simulatore prova di esame. I percorsi formativi sono strutturati per focalizzare i concetti giuridici fondamentali per l’acquisizione delle conoscenze necessarie e per la soluzione dei quesiti, senza necessità di studiare manuali e seguire le lezioni teoriche. Attenzione: Per questo concorso non è prevista la pubblicazione di una banca dati dal Ministero. Il Centro Studi della Scuola Forense  Foroeuropeo ha elaborato una specifica banca dati di oltre 1500 domande a risposta multipla estratte da 60 percorsi formativi che sviluppano oltre 900 mappe/schemi. Un apposito programma simula la prova scritta prevista


 

  • Addetto all’Ufficio per il Processo.. Concorso per l'assunzione di 8.171 unità di personale a tempo determinato. Al via la prova scritta, dal 24 al 26 novembre 2021

    Addetto all’Ufficio per il Processo.. Concorso per l'assunzione di 8.171 unità di personale a tempo determinato. Al via la prova scritta, dal 24 al 26 novembre 2021

    La prova scritta, unica per tutti i codici di concorso di cui all’art.1 del bando, consisterà nella risoluzione di complessivi 40 (quaranta) quesiti a risposta multipla di cui: n.20 quesiti di diritto pubblico; n.17 quesiti di ordinamento giudiziario; n. 3 quesiti di lingua inglese

    Il tempo a disposizione per lo svolgimento della prova scritta sarà di 60 (sessanta) minuti, cui andrà aggiunto un tempo aggiuntivo per i candidati che ne hanno diritto, pari ad ulteriori 30 (trenta) minuti. 3 La prova si intende superata se è raggiunto il punteggio minimo di 21/30. A ciascuna risposta sarà attribuito il seguente punteggio: risposta esatta: +0,75 punti mancata risposta: 0 punti risposta sbagliata: - 0,375

    Si svolgerà in due sessioni, con convocazione dei candidati alle ore 8.30 e alle ore 14.30 nei giorni 24-25 e 26 novembre 2021 presso le seguenti sedi:

    • CALABRIA - PARCO ACQUATICO SANTA CHIARA, VIA SANTA CHIARA SNC, 87036 RENDE (CS) - candidati che hanno presentato domanda per i seguenti distretti: Catanzaro e Reggio Calabria -
    • CAMPANIA - MOSTRA D’OLTREMARE - VIALE JOHN FITZGERALD KENNEDY N.54, 80125 NAPOLI: candidati che hanno presentato domanda per i seguenti distretti: Napoli e Salerno -
    • EMILIA ROMAGNA: FIERA DI RIMINI – Via Emilia 155, 47921 RIMINI - candidati che hanno presentato domanda per i seguenti distretti: Ancona, Bologna, Firenze, Venezia -
    • LAZIO: NUOVA FIERA DI ROMA - VIA EIFFEL INGRESSO EST, 00148 ROMA: candidati che hanno presentato domanda nei seguenti distretti: Aquila, Roma Cass., Campobasso, Perugia, Roma Corte d’Appello –
    • PIEMONTE: LINGOTTO FIERE – VIA NIZZA N.294, 10126 TORINO – candidati che hanno presentato domanda nei seguenti distretti: Brescia, Genova, Milano, Torino, Trieste -
    • PUGLIA: FIERA DI FOGGIA – CORSO DEL MEZZOGIORNO N.1, 71122 FOGGIA: candidati che hanno presentato domanda nei seguenti distretti: Bari, Lecce e Potenza -
    • SARDEGNA: FIERA DI CAGLIARI – VIA ARMANDO DIAZ N.221, 09126 CAGLIARI: candidati che hanno presentato domanda nel seguente distretto: Cagliari -2
    • SICILIA: PALAGHIACCIO CATANIA – VIALE KENNEDY 8/A, 95047 CATANIA: candidati che hanno presentato domanda nei seguenti distretti: Caltanissetta, Catania, Messina e Palermo secondo il calendario pubblicato -
    • SICILIA: CENTRO FIERA DEL SUD – VIALE EPIPOLI N.250, 96100 SIRACUSA: candidati che hanno presentato domanda nei seguenti distretti: Caltanissetta, Catania, Messina e Palermo secondo il calendario pubblicato

    I candidati ammessi a sostenere la prova scritta hanno a disposizione una postazione informatica.

    Al termine del tempo previsto per la prova scritta, detto sistema interrompe la procedura ed acquisisce definitivamente le risposte fornite dal candidato fino a quel momento, fermo restando che fino all'acquisizione definitiva il candidato può correggere le risposte già date.

    La correzione degli elaborati avviene con modalità che assicurano l'anonimato del candidato, utilizzando strumenti digitali. Una volta terminate tutte le correzioni degli elaborati ed attribuite le relative valutazioni, si procede con le operazioni di scioglimento dell'anonimato con modalità digitali.

  • Prova un percorso formativo

    Prova un percorso formativo

    mappe/schemi concettuali

    il Presidente della Repubblica

    simulatore prova esame - 5 quiz con visualizzazione in modalità random (casuale)

    Domande a risposta multipla sul percorso Il presidente della repubblica

  • A CHI È RIVOLTO IL CORSO?

    A CHI È RIVOLTO IL CORSO?

    A CHI È RIVOLTO IL CORSO?

    - A chi non ha ancora iniziato a studiare le materie oggetto di concorso;

    - A chi non ha voglia di studiare i manuali e di seguire lezioni teoriche, ma vuole prepararsi ed esercitarsi in modo efficace, utile e mirato;

    - A chi ha già studiato i manuali ed intende effettuare un ripasso delle materie con l’uso delle mappe concettuali;

    - A chi teme (a ragione!) le domande a risposta multipla e vuole acquisire dimestichezza nell’affrontare la prova scritta, tramite ripetute esercitazioni con le batterie di quiz Foroeuropeo;

    - A chi è stufo delle banche dati e delle batterie di quiz con risposte errate che generano incertezze;

    -A chi ha dimenticato finora di ripassare Diritto Amministrativo e Diritto Comunitario; 

    -A chi conosce poco la lingua inglese (anche giuridica) o a chi è un po' di tempo che non la pratica.

  • OBIETTIVI DEL CORSO

    OBIETTIVI DEL CORSO

    OBIETTIVI DEL CORSO

    Il nuovo corso è stato ideato e realizzato specificatamente per il concorso per il reclutamento degli addetti all’Ufficio del processo e per garantire ai corsisti di acquisire:

    a) le conoscenze giuridiche e di lingua necessarie per il superamento della prova scritta a risposta multipla.

    Come noto, infatti, si tratta di un concorso in vista del quale non è prevista la preliminare pubblicazione da parte del Ministero di una banca dati contenente i quesiti che poi formeranno oggetto delle domande in sede di concorso: ne deriva, quindi, che verranno valutati positivamente ai fini del superamento della prova scritta NON PIU’ i candidati che si sono limitati ad imparare a memoria le risposte alle domande già contenute nelle banche dati, bensì i candidati che dimostrano conoscenza e padronanza delle tre materie oggetto di concorso, che quindi devono essere oggetto di uno studio mirato e di una preparazione specifica che appunto il corso Foroeuropeo mira a raggiungere.

    b) il metodo e la dimestichezza nella risoluzione pronta e corretta delle domande a risposta multipla in un tempo limitato.

    Il superamento di una prova scritta consistente in domande a risposta multipla da risolvere in un tempo ristretto impone un’adeguata e specifica preliminare esercitazioni su quiz a risposta multipla: più ci si esercita sulla piattaforma Foroeuropeo all’uopo predisposta e maggiore dimestichezza si acquisisce sia nel gestire il breve tempo per fornire le risposte sia nell’avvedersi delle risposte spesso volutamente capziose o equivoche che vengono prospettate tra le soluzioni multiple.

    ATTENZIONE: Per questo concorso non è prevista la pubblicazione di una banca dati.

  • IL CORSO FOROEUROPEO COME RAGGIUNGE QUESTI OBIETTIVI?

    IL CORSO FOROEUROPEO COME RAGGIUNGE QUESTI OBIETTIVI?

    IL CORSO FOROEUROPEO COME RAGGIUNGE QUESTI OBIETTIVI?

    Per raggiungere questi obiettivi, il corso Foroeuropeo ha predisposto materiale mirato e specifico per la preparazione della prova scritta in relazione alle tre materie oggetto della stessa. 

    Il corso è sviluppato in percorsi formativi per ciascuna delle tre materie.

    Ogni percorso formativo prevede un indice analitico relativo all’istituto giuridico trattato ed all’argomento oggetto dello stesso e contiene:

    - mappe concettuali concernenti l’istituto trattato ed i relativi riferimenti normativi, elaborate e strutturate specificatamente per questo concorso, onde consentire di acquisire in maniera rapida ed intuitiva ma mirata ed efficace tutte le nozioni relative a quell’istituto;

    - quiz a risposta multipla, predisposti per mettere in pratica e testare le conoscenze degli argomenti acquisite tramite lo studio delle mappe concettuali, nonché per esercitarsi ed acquisire dimestichezza nella risoluzione rapida e proficua delle domande a risposta multipla nel tempo prefissato.

    I percorsi sono sviluppati in forma progressiva ed è quindi opportuno che vengano seguiti dal corsista secondo l’ordine di pubblicazione, onde consentire al fruitore di incrementare la preparazione in modo graduale.

    I percorsi formativi (mappe concettuali e batterie di quiz) possono essere rivisti anche più volte, ripartendo dal primo per raggiungere la massima preparazione.

    Si tratta di percorsi formativi contenenti mappe concettuali e batterie di domande a risposta multipla mirati alla prova scritta: sono infatti strutturati per focalizzare i concetti giuridici fondamentali per l’acquisizione delle conoscenze necessarie e per la soluzione dei quesiti, senza necessità di studiare manuali e seguire le lezioni teoriche.

    Non sono state utilizzate banche dati pubblicate in occasione di altri concorsi pubblici, né messe a disposizione da altri corsi. 

    La banca dati con oltre 1000 domande  e le mappe concettuali sono state redatte dal centro studi Foroeuropeo e da Docenti qualificati, onde garantire il raggiungimento degli obiettivi che il corso si prefigge nonché la correttezza e la genuinità delle risposte ai quesiti a risposta multipla contenute nella banca dati Foroeuropeo.

    Con specifico riferimento al Diritto pubblico il materiale contenuto nei relativi percorsi formativi riguarda non solo l’intero programma di Diritto pubblico e costituzionale, ma contiene anche elementi di Diritto Amministrativo e di Diritto comunitario, che spesso in occasione di diversi concorsi, ancorché non espressamente previsti nel bando di concorso, sono stati inseriti nella rosa degli argomenti oggetto dei quiz a riposta multipla.

    Parimenti, i percorsi formativi relativi ad Ordinamento giudiziario sono strutturati in modo da affrontare e quindi studiare l’intero programma della materia.

     

  • INDICE SISTEMATICO PERCORSI DI PREPARAZIONE

    INDICE SISTEMATICO PERCORSI DI PREPARAZIONE

    INDICE SISTEMATICO 

    1 Diritti e libertà: inquadramento generale e diritti nella sfera individuale e pubblica

     - 0 Diritti e libertà: inquadramento generale e diritti nella sfera individuale e pubblica (1pt)

    • - inquadramento generale sulla tematica dei diritti e delle libertà fondamentali, ivi compresa la spiegazione dei principi di solidarietà sociale e di uguaglianza; affronta poi nello specifico i singoli diritti relativi alla sfera individuale (Artt. 13-16 Cost.) e pubblica (Artt.17-21).

     - 1 I diritti nella sfera sociale ed economica (2pt)

    • - Analisi dei singoli diritti relativi alla sfera sociale (Artt. 29-34 Cost.) ed economica (artt. 35-42 Cost.) 

     - Organizzazione dei poteri pubblici: lo Stato

    Definizione di “Stato” e nascita dello Stato moderno; elementi costitutivi dello Stato, La cittadinanza italiana ed europea; “Stato apparato”, “Stato persona”, “Stato comunità”, “Stato ordinamento”; Le altre forme di organizzazione di pubblici poteri (cenni e definizione enti pubblici); L’organizzazione dello Stato (uffici ed organi)

     - Forme di Stato - definizione forma di stato

    definizione “forma di stato”, Analisi, caratteri ed evoluzione delle diverse forme di Stato (Stato assoluto; Stato liberale; Stato di democrazia pluralista; Stato totalitario; Stato socialista; Stato sociale e la sua evoluzione in Stato sociale competitivo); Stato Unitario e Stato Composto; Stato e società multiculturale (p. laicità, rapporto Stato-chiesa, tutela minoranze). 

     - Forme di Governo

    Definizione ed Analisi ed evoluzione delle diverse forme di governo (Monarchia costituzionale; Governo parlamentare; Cancellierato; Presidenzialismo; Semipresidenzialismo; Governo neoparlamentare; Governo direttoriale); il governo italiano. 

     - Il Governo italiano

    Costituzione del Governo (organi necessari e organi non necessari); iter per la formazione del Governo; Crisi di Governo; Mozione di sfiducia; Questione di sfiducia; Attività e settori della politica governativa; Cenni e nozioni Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. 

     - Il Parlamento

    Profili generali dell’organo parlamentare, La struttura dell’organo parlamentare, Prerogative parlamentari, Funzioni del Parlamento, Brevi cenni su partecipazione del parlamento alla formazione del diritto UE, Parlamento e legge di bilancio (analisi art 81 Cost). 

     - Il Presidente della Repubblica

    Profili generali, Elezione del Presidente della Repubblica, Irresponsabilità e controfirma, Tipologie di atti (atti formalmente e sostanzialmente presidenziali/ atti formalmente presidenziali e sostanzialmente governativi/ atti in qualità di capo di organi collegiali), Funzioni del Presidente della Repubblica. 

     - gli organi ausiliari

    Inquadramento generale della tematica, Elenco e disamina degli organi ausiliari: Il Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro (CNEL), Il Consiglio di Stato (CdS), La Corte dei conti. 

     - Regioni e governo locale

    Analisi del sistema delle autonomie locali; disciplina pre e post riforma del tito V della Costituzione; analisi degli organi di raccordo, classificazione ed analisi degli enti locali (regione, provincia, città metropolitane, comune), lo statuto degli enti locali: contenuto ed analisi, la forma di governo regionale, organi di governo regionale, la forma di governo degli enti locali, il TU degli enti locali, Roma capitale, le unioni dei comuni. 

     - Le fonti delle autonomie locali

    Analisi delle fonti regionali (statuto, legge e regolamento), regioni a statuto ordinario e speciale, la potestà legislative e l’art 117 Cost, le fonti degli enti locali (regolamenti e statuti). 

     - le fonti del diritto

    nozioni generali; la classificazione delle fonti del diritto (fonti di produzione, le fonti sulla produzione e le fonti di cognizione; fonti atto; le fonti fatto, la consuetudine); Le tecniche di rinvio ad altri ordinamenti: il rinvio fisso ed il rinvio mobile; Le fonti del diritto internazionale, le norme pattizie con particolare riguardo alla procedura di ratifica dei trattati internazionali in Italia. 

     - interpretazione, criteri di soluzione delle antinomie, riserva di legge

    i soggetti dell’interpretazione ed i tipi di interpretazione (l’interpretazione letterale, l’interpretazione teleologica, l’interpretazione analogica, l’interpretazione sistematica e l’interpretazione adeguatrice); Le antinomie tra fonti (definizione; i criteri di soluzione delle antinomie; il criterio cronologico e l’abrogazione; il criterio gerarchico e l’annullamento; il criterio di specialità e la deroga; il criterio della competenza e la disapplicazione), La riserva di legge, Il principio di legalità. 

     - 0 le fonti dell’ordinamento: la costituzione e le leggi costituzionali

    Costituzioni rigide e flessibili: significati e differenze; La Costituzione italiana, Le leggi costituzionali e di revisione costituzionale: il procedimento cd. “aggravato” ex art. 138 Cost.; il referendum costituzionale; analisi dei limiti alla revisione costituzionale. 

     - 1 “la legge formale ordinaria”

    Le fonti primarie statali. La legge formale ordinaria: il procedimento legislativo ex art. 70 Cost. e ss.; l’iniziativa legislativa nelle diverse tipologie; l’approvazione ed i diversi procedimenti di approvazione; la promulgazione; la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, Le fonti atipiche e le leggi rinforzate: definizioni e tipologie. 

     - 2 “gli atti aventi forza di legge”;

    fonti primarie per forza, ma non per forma, Il decreto legislativo, Il decreto legge e il procedimento di conversione; gli strumenti per sanare la mancata conversione in legge; gli altri atti aventi forza di legge; i regolamenti parlamentari e i regolamenti degli altri organi costituzionali. 

     - 3 le fonti secondarie

    inquadramento generale, Il regolamento: nozione; fondamento; procedimento e tipologie; i regolamenti governativi e le diverse tipologie di regolamenti previsti dall’art. 17 L. 400/1988

      - 0 il referendum e gli altri strumenti di democrazia diretta

    cosa si intende per democrazia diretta e le differenze con la democrazia rappresentativa. Gli strumenti di democrazia diretta nell’ordinamento italiano, Il referendum: nozione; analisi dello strumento referendario nelle sue diverse tipologie e relative differenze (il referendum abrogativo, Il referendum costituzionale, Il referendum consultivo, Il referendum di indirizzo). 

     - 0 la Corte Costituzionale

    Inquadramento generale, Funzioni, Composizione e modalità di nomina; status e prerogative dei giudici costituzionali, Le tipologie di decisioni della Corte costituzionale: le sentenze e le ordinanze, Il giudizio di costituzionalità, Le modalità di accesso al giudizio: il giudizio in via principale ed il giudizio in via incidentale, Gli organi abilitati a promuovere il giudizio in via principale, disamina delle tipologie di decisioni della Corte (inammissibilità, rigetto e accoglimento). I conflitti di attribuzione tra i poteri dello Stato, il giudizio di ammissibilità del referendum abrogativo. 

     - 0 partiti politici e diritti politici

    La sovranità popolare e le forme di democrazia per garantirla: democrazia diretta e democrazia rappresentativa, I partiti politici nella Repubblica italiana, Il corpo elettorale ed il diritto al voto, L’elettorato attivo (incapacità civile, per effetto delle sentenze irrevocabili di condanna e per cause di indegnità morale); il voto degli italiani all’estero, l’elettorato passivo, ineleggibilità, incompatibilità ed incandidabilità ed effetti; I sindacati: nozione e fondamento; la natura giuridica dei sindacati, art. 39 Cost.; analisi delle somiglianze e differenze con i partiti politici. 

     - 0 i sistemi elettorali

    La legislazione elettorale in Italia: le regole del sistema elettorale; la legislazione elettorale di contorno; in particolare, la disciplina delle campagne elettorali ed il finanziamento alla politica;

    I sistemi elettorali in generale, Il sistema di elezione del Parlamento in Italia: analisi ed approfondimento dei sistemi elettorali susseguitesi in Italia, dalla “legge truffa” al sistema elettorale vigente (il cd. “Rosatellum”), Le elezioni del Parlamento europeo, La verifica dei poteri ed il contenzioso elettorale. 

     - unione europea e mercato

    Brevi cenni sulla nascita della Comunità economica europea, Evoluzione dall’Unione doganale all’Unione economica e monetaria, La nuova Governance europea: novità, obiettivi e strumenti (cenni). 

     - le Fonti europee

    Diritto convenzionale e derivato, analisi degli atti vincolanti (regolamenti, direttive e decisioni) e atti non vincolanti (raccomandazioni e pareri), rapporti tra norme interne ed europee, la procedura d’infrazione. 

     - le istituzioni dell’UE

    Disamina delle istituzioni dell’UE- organizzazione e competenze- Il Parlamento europeo, Il Consiglio europeo, Il Consiglio (dei ministri), La Commissione europea, La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, La Banca Centrale europea, La Corte dei Conti, le altre istituzioni dell’ue. 

     - sistema giurisdizionale comunitario

    Disamina dell’organizzazione e competenze della Corte di giustizia europea, la Corte europea dei diritti umani e il sistema delle tutele della CEDU. 

     - 1 Pubblica amministrazione: organizzazione – principi – fonti secondarie

    1 Pubblica amministrazione: organizzazione – principi – fonti secondarie

    Attività amministrativa oggettiva – struttura della p.a. con riguardo alla differenza tra ufficio e organo – rapporti intercorrenti tra gli organi delle p.a. - principi costituzionali della p.a. e relativa analisi – fonti secondarie: caratteristiche – classificazione e analisi delle singole fonti. 

     - 2 Situazioni giuridiche soggettive - riparto di giurisdizione – provvedimento amministrativo

    amministrativo

    differenza tra interesse legittimo e diritto soggettivo – classificazione degli interessi legittimi – tipologie di giurisdizione del giudice amministrativo – caratteri del provvedimento amministrativo – tipologia provvedimenti - strumento consensuale della p.a. (accordi ex art. 11 L. 241/90) - differenza atto di alta amministrazione e atto politico – elementi dell’atto amministrativo 

     - 3 Patologia del provvedimento

    analisi delle tipologie di invalidità – merito amministrativo – analisi delle caratteristiche della nullità e annullabilità del provvedimento amministrativo 

     - 4 Procedimento amministrativo

     - principi del procedimento – differenza discrezionalità amministrativa/attività vincolata – fasi procedimento – responsabile procedimento – conferenza di servizi – silenzio assenso – s.c.i.a. – accesso e trasparenza 

     - 5 Autotutela

    nozione – tipologie di autotutela – annullamento d’ufficio e revoca (autotutela decisoria con effetti demolitori) – autotutela decisoria con effetti conservativi (convalida – conferma – ratifica – sanatoria in senso stretto) 

     - 6 Contratti pubblici

    differenza tra agire per contratto e agire per provvedere – ambito applicativo del codice appalti – procedura di evidenza pubblica (con riferimento alle singole fasi) – riparto in materia di contratti pubblici (distinzione tra fase pubblicistica e fase privatistica) 

     - 7 I servizi di interesse generale

    nozione servizio pubblico – tipologie di servizio pubblici – principi in materia di servizi pubblici – affidamento dei servizi pubblici – servizi pubblici locali e relativa disciplina – cenni alle società in house 

     - 8 il Pubblico impiego -natura – contrattazione – principi

    caratteristiche e natura del rapporto di pubblico impiego- disciplina applicabile – contrattazione collettiva in generale e nel pubblico impiego – ARAN e relative caratteristiche – principi costituzionali relativi al pubblico impiego

     - 1 “Doveri e diritti del pubblico dipendente”

    doveri del pubblico dipendente – normativa relativa ai doveri – tutela del dipendente che segnala illeciti (whistblowing) – diritti del pubblico dipendente (trattazione dei diritti patrimoniali e non)

     - 2 La responsabilità disciplinare del pubblico dipendente

    tipologie di responsabilità del pubblico dipendente – responsabilità disciplinare e relativa disciplina in base alla contrattazione collettiva e al decreto legislativo 165/2001 – licenziamento disciplinare – disciplina in tema di condotte assenteistiche – analisi procedimento disciplinare – rapporti tra procedimento disciplinare e procedimento penale

     - 3 Accesso al pubblico impiego e riparto di giurisdizione”

    principi – instaurazione rapporto di pubblico impiego – dirigenza pubblica e relativa responsabilità dirigenziale – cenni a mansioni, demansionamento, progressioni, mobilità – cenni a orario, ferie, permessi retribuiti- estinzione del rapporto di impiego in relazione alle varie normative

     - 4 Responsabilità amministrativa, contabile, civile del pubblico dipendente”

    analisi ed elementi della responsabilità amministrativa del pubblico dipendente – danno erariale e cenni su le nuove tipologie di danni erariali – giurisdizione in tema di responsabilità amministrativa e poteri della corte dei conti - analisi della responsabilità contabile e responsabilità civile 

     - 9 Decreto semplificazioni

    cenni agli aggiornamenti apportati dai decreti semplificazioni con particolare riguardo ad alcune modifiche relative al procedimento amministrativo, subappalto. 

     -10.le autorità amministrative indipendenti

    cenni agli aggiornamenti apportati dai decreti semplificazioni con particolare riguardo ad alcune modifiche relative al procedimento amministrativo, subappalto. 

     - 11 ”Cenni in materia di reati contro la PA” 

    ORDINAMENTO GIUDIZIARIO

     - 1 principi in materia di ordinamento giudiziario -

    L’ordinamento giudiziario all’interno della Carta costituzionale - Analisi dei vari principi concernenti l’ordinamento giudiziario, Il principio della soggezione del giudice alla legge e l’amministrazione della giustizia in nome del popolo, Il principio della unicità della giurisdizione ed il divieto di giurisdizioni speciali, Le giurisdizioni speciali menzionate all’interno della Carta costituzionale, Il principio di precostituzione del giudice naturale per legge, L’indipendenza della magistratura, L’esclusività del mezzo concorsuale per la nomina dei magistrati, L’inamovibilità dei magistrati ed ipotesi di mobilità previste dalla legge, Il principio di terzietà ed imparzialità del giudice, Le fonti dell’ordinamento giudiziario, Un’analisi dettagliata delle singole fonti rilevanti in materia di ordinamento giudiziario, C.S.M. e alla sua attività normativa 

     - 2 Consiglio Superiore Magistratura e Consigli Giudiziari

    Inquadramento generale e caratteri del C.S.M., La natura del C.S.M. e la sua dimensione politico rappresentativa, Le competenze del C.S.M (artt. 105, 106 co. 3 e 107 co. 1 Cost. e legge n. 195 del 1958, cenni in merito al tema dei poteri impliciti del C.S.M. Le funzioni amministrative, normative e giurisdizionali del C.S.M, la composizione del C.S.M., L’elezione dei componenti c.d. laici e dei componenti c.d. togati, Status dei componenti (art. 104 co.7 Cost e art. 32 bis, 33 e 37 della legge n. 195 del 1958), analisi delle cariche e degli organi del C.S.M., La Sezione disciplinare, L’Assemblea Plenaria, I Consigli giudiziari: analisi e competenza, il Consiglio direttivo della Corte di cassazione

     - 1 I rapporti tra C.S.M. ed il Ministro della giustizia”

    Il Ministro della giustizia nell’assetto costituzionale (Le funzioni e competenze), i pareri, le proposte e il conferimento degli incarichi direttivi, Il conferimento degli incarichi direttivi, ipotesi di mobilità previste dalla legge 

     - 3 accesso alla magistratura e formazione

    L’accesso in magistratura per concorso”: l’evoluzione storica dal r.d. Grandi alla legge Mastella. L’accesso in magistratura: requisiti di ammissione e condizioni per l’ammissione; modalità di svolgimento del concorso; il tirocinio formativo dei magistrati vincitori di concorso; l’assegnazione. “La formazione permanente dei magistrati ordinari”: la S.S.M., competenze ed organizzazione della S.S.M. Le donne in magistratura, L’accesso alla magistratura per meriti insigni ex art. 106 co. 3 Cost.:

     - 1: carriera nella magistratura

    l’evoluzione storica dal r.d. Grandi alla riforma Mastella, La carriera nella magistratura secondo la disciplina vigente, il progetto di riforma costituzionale cd. “Riforma Bonafede”; le funzioni direttive e semidirettive, Il rapporto di impiego dei magistrati, Gli incarichi extragiudiziari ai magistrati ordinari: il collocamento fuori ruolo; la disciplina sulle incompatibilità, rinvio; il divieto di assumere funzioni arbitrali.

     - 2 Trasferimenti e incompatibilità

    principio di inamovibilità dei magistrati – ipotesi di trasferimenti d’ufficio – incompatibilità dell’attività di magistrato con altre – attività soggette ad autorizzazione e attività liberamente esercitabili dai magistrati – incompatibilità di sede - trasferimento d’ufficio per incompatibilità ambientali – illeciti disciplinari in caso di incompatibilità 

     - 4 sistema tabellare ed organizzazione degli uffici giudicanti

    cenni storici ed inquadramento legislativo; funzionamento e contenuto delle tabelle, violazione delle regole tabellari, supplenze, assegnazioni, applicazioni, attuale organizzazione degli uffici giudiziari (L’ Ufficio del Giudice di Pace, Tribunale ordinario; Tribunale per i minorenni; Magistrato di Sorveglianza; Tribunale di sorveglianza; Corte d’Appello; Tribunale superiore delle acque pubbliche; Corte di Cassazione). 

     - 5 PM: funzioni ed attribuzioni

    magistratura requirente e magistratura giudicante, analisi dell’ufficio del pubblico ministero (in particolare le attribuzioni generali, le attribuzioni penali e le attribuzioni civili; il pubblico ministero nel processo civile; i poteri del pubblico ministero nel processo civile; il pubblico ministero nella fase delle indagini preliminari; l’art. 112 Cost. e l’obbligatorietà dell’esercizio dell’azione penale, in teoria e nella prassi. “i criteri di priorità”), La polizia giudiziaria.

     - 1 organizzazione degli uffici requirenti

    L’organizzazione degli uffici requirenti: breve excursus storico , L’organizzazione degli uffici requirenti nel dettaglio, La procura della Repubblica presso i Tribunali ordinari, le funzioni del Procuratore della Repubblica ed il rapporto tra il Procuratore della Repubblica ed i magistrati dell’ufficio; La Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni, La procura generale presso la Corte d’Appello, la procura generale presso la Corte di Cassazione, La direzione distrettuale antimafia, le funzioni del Procuratore distrettuale, la Direzione Nazionale antimafia, i magistrati designati ed i criteri di designazione; le funzioni del Procuratore nazionale. 

     - 6 La magistratura onoraria

    La nascita della magistratura onoraria, La disciplina del giudice di pace dettata dalla legge n.374/1991; I Giudici Onorari di Tribunali (GOT); I Viceprocuratori Onorari (VPO); i Giudici onorari aggiunti (GOA); La riforma della Magistratura onoraria del 2016/2017 e lo Statuto unico della magistratura onoraria, Il d.lgs 92/2016: la Sezione autonoma del Consiglio giudiziario; 

     - 7.Le giurisdizioni speciali

    Analisi, funzioni e competenze della magistratura amministrativa, Magistratura contabile, Magistratura militare, La Magistratura tributaria. 

     - 8. Cancellieri ed ufficiali giudiziari

    attività dei cancellieri nel procedimento civile e nel procedimento penale – attività degli ufficiali giudiziari nel procedimento civile e nel procedimento penale – normativa di riferimento – responsabilità in cui possono incorrere sia i cancellieri sia gli ufficiali giudiziari (resp. civile- penale – disciplinare).

      - 9. responsabilità dei magistrati (analisi delle varie forme di responsabilità del magistrato

    Analisi delle possibili fattispecie di responsabilità dei magistrati: natura e presupposti della responsabilità civile, penale, contabile e disciplinare, disamina degli illeciti disciplinari pre e post riforma, le sanzioni disciplinari, il procedimento disciplinare.

    Inglese 

     - 1. i sostantivi

      - 2. i verbi

      - 3. gli aggettivi

      - 4. avverbi e preposizioni

      - 5. il periodo ipotetico

  • modalità accesso alla piattaforma e contenuto

    modalità accesso alla piattaforma e contenuto

    prova

 

Corso specifico per la preparazione del concorso addetti all’ufficio del processo. Una nuova opportunità per 8.171 giovani

Il prezzo di listino del corso, è di: € 150 + Iva

sconto per i primi iscritti e per gli ex corsisti foroeuropeo € 90 + IVA

Accesso fino alla prova scritta

MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLA QUOTA DI ISCRIZIONE:

- a mezzo carta di credito o carta di debito o carta prepagata al momento dell'iscrizione.

oppure:

- tramite bonifico bancario intestato a FOROEUROPEO (POSTE ITALIANE - IBAN IT29U0760103200001034538239), Corso online concorso addetti ufficio del processo

-o tramite bollettino di conto corrente postale n. 1034538239 Intestato a Foroeuropeo - Corso online concorso addetti ufficio del processo

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 25-09-2021
Termine evento 31-12-2021
Data inizio iscrizioni 25-09-2021
Chiusura iscrizioni 31-12-2021
Costo iscrizione €109.80

Iscrizioni concluse


FAQ - Frequently Asked Questions (domande poste frequentemente):

  • CHE COS'È L'UFFICIO PER IL PROCESSO?

    CHE COS'È L'UFFICIO PER IL PROCESSO?

     CHE COS'È L'UFFICIO PER IL PROCESSO?

    E' una struttura organizzativa costituita con l'obiettivo di "garantire la ragionevole durata del processo, attraverso l'innovazione dei modelli organizzativi ed assicurando un più efficiente impiego delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione" (DL 179/2012 art 16-octies come modificato dall'art. 50 del D.L n.90/2014)

  • QUALE È IL QUADRO NORMATIVO ?

    QUALE È IL QUADRO NORMATIVO ?

    QUALE È IL QUADRO NORMATIVO ?

    ISTITUZIONE DELL' UFFICIO DEL PROCESSO: art. 16-octies D.L. 18 ottobre 2012, n.179 (conv. Con mod. L. 17.12.2012, n. 221) introdotto dall'alt. 50 D.L. 24 giugno 2014, n. 90 (conv. Con mod. L. 11.8.2014, n. 114)

    TIROCINI FORMATIVI: art. 73, co. 8-bis D.L. n. 69/2013 e art. 50, co. 1-bis D.L. n. 90/2014

    MISURE ORGANIZZATIVE PER IL FUNZIONAMENTO DELL'UFFICIO DEL PROCESSO (att. Art. 50 D.L. n. 90/2014): DM 1° ottobre 2015

    LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DEI PROGETTI FORMATIVI DI PERFEZIONAMENTO: Circolare DOG 14 febbraio 2017

    DESTINAZIONE DEI GIUDICI ONORARI DI PACE NELL'UFFICIO PER IL PROCESSO: D. Lgs. 13 luglio 2017, n. 116

    LINEE GUIDA PER L'UFFICIO DEL PROCESSO: Delibera CSM 18 giugno 2018 e Circolare 15 maggio 2019

  • A CHI È RIVOLTO IL RECLUTAMENTO?

    A CHI È RIVOLTO IL RECLUTAMENTO?

     

    Laureati in giurisprudenza

    Laureati in Economia, Scienze politiche o titoli equipollenti

    Quali sono i benefici?

    Accesso concorso magistratura ord. (titolo di preferenza)

    Accesso professione notaio/avvocato (1 anno di tirocinio)

    Scuola specializzazione prof. legali (1 anno di frequenza)

    Accesso magistratura onoraria (titolo di preferenza)

    Contratto a tempo determinato della durata massima di 2 anni

  • QUANTE SARANNO LE ASSUNZIONI?

    QUANTE SARANNO LE ASSUNZIONI?

    16.500 laureati assunti in due scaglioni a tempo determinato

    Contratto a tempo determinato della durata massima di 2 anni e 7 mesi

    Contratto a tempo determinato della durata massima di 2 anni

  • DI COSA SI OCCUPERANNO GLI ADDETTI ALL’UFFICIO DEL PROCESSO?

    DI COSA SI OCCUPERANNO GLI ADDETTI ALL’UFFICIO DEL PROCESSO?

    Collaborare allo studio della controversia e della giurisprudenza

    Predisporre le bozze di provvedimenti

    Collaborare all'organizzazione, a beneficio dell'Intero ufficio (Ad es. con banche dati giurisprudenziali interne)

    Coadiuvare il magistrato e l'intero ufficio giudiziario in tutte le attività preparatorie e collaterali alla decisione 

  • QUALI SARANNO LE SEDI DI LAVORO?

    QUALI SARANNO LE SEDI DI LAVORO?

    Tribunali, Corti d'Appello e Cassazione (400 addetti)

    Il criterio di distribuzione sul territorio nazionale sarà su base distrettuale e terrà conto- tra i criteri - delle sedi nelle quali si registra un maggior carico di arretrato

  • COME SI ACCEDE?

    COME SI ACCEDE?

    La procedura di reclutamento si basa su:

    Valutazione titoli (es. fino al doppio del punteggio iniziale per laurea conseguita da meno di sette anni; abilitazioni professionali; tirocinio ex art.73 dl 69/2013; research officer EASO)

    A parità di punteggio, il tirocinio svolto presso il Ministero della Giustizia è titolo preferenziale

    Ammissione alla prova scritta

    Quesiti a risposta multipla

  • QUALI SONO LE PROSPETTIVE FUTURE?

    QUALI SONO LE PROSPETTIVE FUTURE?

    Punteggio aggiuntivo nei futuri concorsi del Ministero della Giustizia

    Posti riservati nelle procedure concorsuali del Ministero della Giustizia

    Punteggio aggiuntivo nei futuri concorsi di altre P.a., oltre ai benefici già indicati

  • COME CANDIDARSI?

    COME CANDIDARSI?

    Gazzetta ufficiale N. 62 del 6/08/2021- Bando di concorso per il reclutamento di 8.171 giovani giuristi addetti UPP

    Termine presentazione delle domande: 23 settembre 2021

  • QUALE E’ L’INQUADRAMENTO FUNZIONALE E LA RETRIBUZIONE?

    QUALE E’ L’INQUADRAMENTO FUNZIONALE E LA RETRIBUZIONE?

    Personale non dirigenziale - Area III, Fascia economica F1

    Retribuzione lorda annua € 29.511,36 (con 13° mensilità) Retribuzione lorda mensile (senza rateo di 13°) € 2.303,39 netto stimato variabile tra i 1.600/1.650 euro*


Articoli collegati

ufficio per il processo - Tempistiche e modalità del reclutamento degli addetti ufficio per il processo - Tempistiche e modalità del reclutamento degli addetti
- - Varie - News
Tempistiche e modalità del reclutamento degli addetti all’ufficio per il processo - Avvio progetto ufficio per il processo - informazione e indicazione di primo indirizzo e di inquadramento delle...

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

procedura penale

procedura civile

Menu Offcanvas Mobile