foroeuropeo.it

Domanda di condanna del convenuto al risarcimento dei danni – Cass. n. 8581/2022

Print Friendly, PDF & Email

Provvedimenti del giudice civile - sentenza - di condanna generica - Domanda di condanna del convenuto al risarcimento dei danni - Sentenza di condanna generica - Ammissibilità - Condizioni - Fondamento.

 

Nel giudizio di risarcimento del danno, in cui l’attore abbia proposto domanda di condanna specifica, il giudice può, anche d'ufficio, ai sensi dell'art. 279, comma 2, n. 4, c.p.c., pronunciare una sentenza non definitiva di condanna generica al risarcimento, disponendo, con separata ordinanza, la prosecuzione del processo per la liquidazione del danno, nel rispetto delle preclusioni e decadenze già maturate, mentre non può, in mancanza di accordo delle parti, definire il giudizio con una pronuncia limitata all'"an" del diritto, rinviando la determinazione del "quantum" ad altro giudizio, perchè così ometterebbe di pronunciarsi su una parte della domanda e consentirebbe all'attore di eludere le preclusioni maturate nel processo.

Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Sentenza n. 8581 del 16/03/2022 (Rv. 664596 - 02)

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_187, Cod_Proc_Civ_art_278, Cod_Proc_Civ_art_279

 

Corte

Cassazione

8581

2022

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile