Provvedimenti del giudice civile - "ius superveniens" - non definitiva (o parziale) - Ordinanze contenenti statuizioni di natura decisoria ai sensi dell'art. 279 c.p.c. - Valore di sentenze non definitive - Modificabilità o revocabilità con sentenza definitiva - Esclusione.

 

I provvedimenti che, ai sensi dell'art. 279 c.p.c., contengono una statuizione di natura decisoria (sulla giurisdizione, sulla competenza, ovvero su questioni pregiudiziali del processo o preliminari di merito), anche quando non definiscono il giudizio, ancorché qualificati ordinanza, vanno considerati sentenze non definitive, con la conseguenza che la statuizione "ivi" contenuta non può essere, neppure implicitamente, revocata o modificata dalla sentenza (definitiva), atteso che il frazionamento della decisione comporta l'esaurimento del potere giurisdizionale per la parte della controversia decisa con la sentenza interlocutoria, ancorché avente forma di ordinanza.

Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 12065 del 13/04/2022 (Rv. 664840 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_279

 

Corte

Cassazione

12065

2022

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: