foroeuropeo.it

successione testamentaria - capacità - di testare

Print Friendly, PDF & Email

Successioni "mortis causa" - successione testamentaria - capacità - di testare - incapacità - in genere - distinzione fra incapacità permanente e temporanea del testatore - conseguenze in ordine al riparto dell'onere probatorio. Corte di Cassazione Sez. 2, Ordinanza n. 25053 del 10/10/2018

>>> In tema di annullamento del testamento, nel caso di infermità tipica, permanente ed abituale, l'incapacità del testatore si presume e l'onere della prova che il testamento sia stato redatto in un momento di lucido intervallo spetta a chi ne affermala validità; qualora, invece, detta infermità sia intermittente o ricorrente, poiché si alternano periodi di capacità e di incapacità, non sussiste tale presunzione e, quindi, la prova dell'incapacità deve essere data da chi impugna il testamento.

Corte di Cassazione Sez. 2, Ordinanza n. 25053 del 10/10/2018

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile