foroeuropeo.it

Danno non patrimoniale alla professionalità – Cass. n. 2472/2021

Print Friendly, PDF & Email

Lavoro - lavoro subordinato (nozione, differenze dall'appalto e dal rapporto di lavoro autonomo, distinzioni) - estinzione del rapporto - licenziamento individuale - risarcimento del danno - Danno non patrimoniale alla professionalità - Liquidazione giudiziale del risarcimento - Al lordo delle ritenute fiscali - Fondamento.

Il danno non patrimoniale alla professionalità, patito dal lavoratore in conseguenza della grave lesione dei propri diritti costituzionalmente garantiti, va ascritto alla categoria del danno emergente, sicché la relativa liquidazione giudiziale dev'essere effettuata al loro delle ritenute fiscali, essendo soggette a tassazione, tra le somme percepite dal contribuente a titolo risarcitorio, soltanto quelle dirette a reintegrare il lucro cessante derivante dalla mancata percezione di redditi.

Corte di Cassazione Sez. L - , Ordinanza n. 2472 del 03/02/2021 (Rv. 660335 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_2043, Cod_Civ_art_2059

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile