foroeuropeo.it

Interessi superiori a quelli legali – Cass. n. 96/2022

Print Friendly, PDF & Email

Obbligazioni in genere - obbligazioni pecuniarie - interessi - saggio degli interessi - Interessi superiori a quelli legali - Determinazione "per relationem" del tasso convenzionale - Ammissibilità - Condizioni - Fattispecie in tema di riferimento al tasso "prime rate Abi".

 

In tema di contratti di mutuo, la convenzione relativa agli interessi deve avere - ai fini della sua validità ai sensi della norma imperativa dell'art. 1284, comma 3, c.c. - un contenuto assolutamente univoco in ordine alla puntuale specificazione del tasso di interesse; qualora il tasso convenuto sia variabile, è idoneo ai fini della sua precisa individuazione il riferimento a parametri fissati su scala nazionale alla stregua di accordi interbancari, mentre non sono sufficienti riferimenti generici dai quali non emerga con chiarezza quale previsione le parti abbiano inteso richiamare con la loro pattuizione. (In applicazione dell'enunciato principio, la S.C. ha ritenuto la validità della clausola che prevedeva la corresponsione di interessi al tasso "prime rate Abi come rilevato da IlSole24ore", in quanto determinabile attraverso la rilevazione operata dagli informatori economici).

Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Sentenza n. 96 del 04/01/2022 (Rv. 663501 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1284

 

Corte

Cassazione

96

2022

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile