foroeuropeo.it

Corrispettivi percepiti nello svolgimento di incarico non autorizzato – Cass. n. 4114/2022

Print Friendly, PDF & Email

Corte dei conti - attribuzioni - giurisdizionali - contenzioso contabile - giudizi di responsabilità -Dipendente della P.A. - Corrispettivi percepiti nello svolgimento di incarico non autorizzato - Azione promossa dal procuratore della Corte dei conti ex art. 53, comma 7 bis, del d.lgs. n. 165 del 2001- Giurisdizione della Corte dei conti - Previa messa in mora dell'amministrazione di appartenenza - Irrilevanza - Fondamento.

 

Appartiene alla giurisdizione contabile la controversia avente a oggetto l'azione del Procuratore contabile finalizzata al recupero, all'apposito fondo perequativo in favore dei dipendenti, dell'importo ingiustamente percepito dal pubblico dipendente che abbia svolto attività lavorativa remunerata in assenza di autorizzazione dell'amministrazione di appartenenza, essendosi in presenza di illecito erariale, consistente nell'inadempimento del lavoratore all'obbligo di corrispondere immediatamente alle casse dell'Erario quanto indebitamente percepito, e senza la necessità di una previa messa in mora.

Corte di Cassazione, Sez. U, Ordinanza n. 4114 del 09/02/2022 (Rv. 663844 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_041

 

Corte

Cassazione

4114

2022

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile