Distanze tra costruzioni‭ ‬-‭ ‬Controversie tra privati proprietari di fondi finitimi‭ ‬-‭ ‬Giurisdizione‭ ‬-‭ ‬Del giudice ordinario‭ ‬-‭ ‬Avvenuto rilascio di titolo abilitativo all'attività costruttiva‭ ‬-‭ ‬Irrilevanza‭ ‬-‭ ‬Limiti‭ ‬-‭ ‬Domanda risarcitoria da attività provvedimentale illegittima della P.A.‭ ‬-‭ ‬Giurisdizione del giudice amministrativo‭ ‬-‭ ‬Sussistenza.‭ ‬
proprietà‭ ‬-‭ ‬limitazioni legali della proprietà‭ ‬-‭ ‬rapporti di vicinato‭ ‬-‭ ‬distanze legali‭ ‬-‭ ‬nelle costruzioni‭ ‬-‭ ‬In genere.‭ ‬Corte di Cassazione,‭ ‬Sez.‭ ‬U,‭ ‬Ordinanza n.‭ ‬13673‭ ‬del‭ ‬16/06/2014‭


Le controversie tra proprietari di fabbricati vicini relative all'osservanza di norme che prescrivono distanze tra le costruzioni o rispetto ai confini appartengono alla giurisdizione del giudice ordinario,‭ ‬senza che rilevi l'avvenuto rilascio del titolo abilitativo all'attività costruttiva,‭ ‬la cui legittimità potrà essere valutata‭ "‬incidenter tantum‭" ‬dal giudice ordinario attraverso l'esercizio del potere di disapplicazione del provvedimento amministrativo,‭ ‬salvo che la domanda risarcitoria non sia diretta anche nei confronti della P.A.‭ (‬nella specie,‭ ‬il Comune‭) ‬per far valere l'illegittimità dell'attività provvedimentale,‭ ‬sussistendo in questo caso la giurisdizione del giudice amministrativo.
Corte di Cassazione,‭ ‬Sez.‭ ‬U,‭ ‬Ordinanza n.‭ ‬13673‭ ‬del‭ ‬16/06/2014‭

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: