foroeuropeo.it

Esigibilità dei crediti dell'appaltatore nonostante il mancato collaudo – Cass. n. 5744/2022

Print Friendly, PDF & Email

Opere pubbliche (appalto di) - collaudo appalto di opere pubbliche - Esigibilità dei crediti dell'appaltatore nonostante il mancato collaudo - Sussistenza – Condizioni - Onere della prova.

 

I crediti dell'appaltatore di opera pubblica sono esigibili anche in mancanza di collaudo, qualora la P.A. abbia fatto decorrere un tempo tale da rendere l'inerzia sostanzialmente equivalente ad un rifiuto, non potendo essere ritardate "sine die" le determinazioni in ordine all'accettazione dell'opera e paralizzati i diritti dell'altro contraente, in violazione delle regole generali di correttezza e buona fede. Scaduti i termini contrattuali, grava sul committente l'onere di dimostrare che la mancata approvazione del collaudo sia stata determinata da condotta imputabile all'impresa.

Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Ordinanza n. 5744 del 22/02/2022 (Rv. 664028 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1374, Cod_Civ_art_1375

 

Corte

Cassazione

5744

2022

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile