Procedimenti speciali - procedimenti in materia di lavoro e di previdenza - controversie assoggettate - in genere - Rapporto di agenzia - Attività fornita in forma societaria o attraverso un'autonoma struttura imprenditoriale - Parasubordinazione - Configurabilità - Esclusione - Competenza del giudice del lavoro - Esclusione - Fondamento.

 

La società in accomandita semplice, quale che ne sia il numero di soci, costituisce comunque un centro autonomo d'imputazione di rapporti giuridici rispetto ai soci stessi; pertanto, concluso un contratto di agenzia tra l'impresa preponente ed una società in accomandita semplice, la controversia sulla risoluzione di tale contratto esula dalla competenza per materia del giudice del lavoro, a nulla rilevando che uno dei soci abbia materialmente svolto attività personale di agente, in quanto tale attività viene necessariamente mediata dalla società, perdendo il carattere della personalità nei confronti del preponente.

Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Ordinanza n. 10184 del 30/03/2022 (Rv. 664328 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1742, Cod_Civ_art_2313, Cod_Proc_Civ_art_409, Cod_Proc_Civ_art_413

 

Corte

Cassazione

10184

2022

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: