foroeuropeo.it

Lavoro - lavoro subordinato - orario di lavoro - lavoro straordinario - retribuzione - determinazione - in genere – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 6870 del 10/08/1987

Print Friendly, PDF & Email

Lavoro straordinario prestato in modo fisso e continuativo - trasformazione della relativa retribuzione in retribuzione ordinaria - esclusione - limiti - computabilità del compenso per lo straordinario fisso nelle spettanze per tredicesima mensilità, ferie, festività infrasettimanali e riposi - inammissibilità.

La circostanza che il lavoro straordinario sia prestato in modo fisso e continuativo non trasforma di per sè la natura della prestazione lavorativa, resa oltre l'orario normale, in prestazione ordinaria e la relativa retribuzione in retribuzione ordinaria, salvo che risulti una intesa, anche tacita, delle parti - la quale va accertata con particolare rigore - volta a stabilire, per particolari esigenze tecnico-produttive dell'impresa, una durata dell'orario normale diversa da quella stabilita dalla contrattazione collettiva. Pertanto, in Mancanza di un'intesa siffatta, il compenso per l'anzidetto straordinario fisso non è computabile nelle spettanze del lavoratore per tredicesima mensilità, ferie, festività infrasettimanali e riposi, da quantificare, alla stregua della disciplina collettiva del rapporto, con riferimento alla retribuzione per la prestazione lavorativa normale, atteso che il principio della onnicomprensività della retribuzione non ha valore di regola generale dell'ordinamento, dal quale risulta adottato solo in alcuni casi (art. 2121 cod. civ.), e considerato che - fatti salvi i criteri enunciati dall'art. 36 cost. - l'autonomia contrattuale delle parti non incontra specifiche limitazioni legislative che ostino alla esclusione di detta computabilità.

Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 6870 del 10/08/1987

 

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

procedura penale

procedura civile

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile