foroeuropeo.it

Requisizioni - competenza giurisdizionale - autorità giudiziaria ordinaria – Corte di Cassazione, Sez. U, Sentenza n. 3079 del 05/05/1983

Print Friendly, PDF & Email

Società concessionaria di servizio di pubblico trasporto che abbia conseguito dal giudice amministrativo l'annullamento del provvedimento di requisizione di propri beni - successiva azione per ottenere il ristoro dei conseguenti danni subiti - giurisdizione del giudice ordinario.

La società concessionaria di servizio di pubblico trasporto, che abbia conseguito dal giudice amministrativo l'annullamento del provvedimento di requisizione di propri beni, ha Azione davanti al giudice ordinario per ottenere il ristoro dei danni subiti per effetto dell'esecuzione di quel provvedimento, atteso che la sua posizione, che è di interesse legittimo a fronte dell'Esercizio da parte dell'amministrazione del potere di requisizione, riacquista natura e consistenza di diritto soggettivo a seguito della rimozione dell'atto ablativo da parte del giudice amministrativo, sicché la compiuta esecuzione della requisizione integra un fatto illecito lesivo di tale diritto.

Corte di Cassazione, Sez. U, Sentenza n. 3079 del 05/05/1983

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile