foroeuropeo.it

118.(Motivazione della sentenza)

Print Friendly, PDF & Email

Codice di procedura civile Disposizioni per l'attuazione del codice di procedura civile Titolo III: Del processo di cognizione Capo II: Del procedimento davanti al tribunale Sezione I: Dell'introduzione della causa Sezione II: Dell'istruzione della causa Sezione III: Della decisione della causa 118. (1) (Motivazione della sentenza)

Art. 118. (1) (Motivazione della sentenza)

1. La motivazione della sentenza di cui all’articolo 132, secondo comma, numero 4), del codice consiste nella succinta esposizione dei fatti rilevanti della causa e delle ragioni giuridiche della decisione, anche con riferimento a precedenti conformi.

2. Debbono essere esposte concisamente e in ordine le questioni discusse e decise dal collegio ed indicati le norme di legge e i principi di diritto applicati. Nel caso previsto nell’articolo 114 del codice debbono essere esposte le ragioni di equità sulle quali è fondata la decisione.

3. In ogni caso deve essere omessa ogni citazione di autori giuridici.

4. La scelta dell’estensore della sentenza prevista nell’articolo 276 ultimo comma del codice è fatta dal presidente tra i componenti il collegio che hanno espresso voto conforme alla decisione.

(1) Articolo aggiornato con le modifiche introdotte dalla Legge 18 giugno 2009, n. 69.

___________________________________________________________

Documenti collegati:

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo i primo cento documenti di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI  per continuare la visualizzazione di altri documenti).

La visualizzazione dei documenti può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile anche attivare la ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca" il sistema visualizzerà solo i documenti con la parola chiave inserita.

provvedimenti del giudice civile - sentenza - contenuto - motivazione Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 11508 del 03/06/2016provvedimenti del giudice civile - sentenza - contenuto - motivazione Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 11508 del 03/06/2016
Motivazione "per relationem" - Richiamo a precedenti giurisprudenziali - Puntuale riferimento al precedente - Necessità - Fondamento. In tema di motivazione della sentenza, ove la stessa richiami un orientamento giurisprudenziale, è necessario un puntuale riferimento al precedente che, anche se non ritrascritto nelle sue parti significative, sia tale da consentire di enucleare, attraverso la sua lettura, il percorso logico giuridico seguito per pervenire alla decisione. Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 11508 del 03/06/2016  ...
Provvedimenti del giudice civile - sentenza - contenuto - motivazione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 6 - 5, Ordinanza n. 22652 del 05/11/2015Provvedimenti del giudice civile - sentenza - contenuto - motivazione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 6 - 5, Ordinanza n. 22652 del 05/11/2015
Trascrizione delle deduzioni di parte - Rinvio ad ulteriore atto di parte - Carenza assoluta di motivazione - Nullità della sentenza. Corte di Cassazione Sez. 6 - 5, Ordinanza n. 22652 del 05/11/2015 Nel processo civile ed in quello tributario la sentenza motivata mediante la trascrizione delle deduzioni di una parte, consistenti nel rinvio a tutte le argomentazioni svolte nel ricorso introduttivo, è nulla, ai sensi dell'art. 360, comma 1, n. 4, c.p.c., per violazione degli artt. 132, comma 2, n. 4, c.p.c. e 36, comma 1, n. 4, del d.lgs. n. 546 del 1992, in quanto non consente d'individuare...
Provvedimenti del giudice civile - sentenza - in genere - Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 21420 del 21/10/2015Provvedimenti del giudice civile - sentenza - in genere - Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 21420 del 21/10/2015
Mancanza di una pagina della sentenza o inesatta indicazione della numerazione delle pagine - Difformità rispetto al modello di cui all'art. 132 c.p.c. - Condizioni - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 21420 del 21/10/2015 La conformità della sentenza al modello di cui all'art. 132, comma 2, n. 4, c.p.c., richiede che l'esposizione dei fatti di causa riassuma concisamente il contenuto sostanziale della controversia e che nella motivazione sia chiaramente illustrato il percorso logico giuridico seguito, sicché è sufficiente che la sentenza, pur non avendo l'indicazione esatta...
Impugnazioni civili - revocazione (giudizio di) - motivi di revocazione - errore di fatto - Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 4605 del 22/02/2013Impugnazioni civili - revocazione (giudizio di) - motivi di revocazione - errore di fatto - Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 4605 del 22/02/2013
Configurabilità in relazione alle sentenze della Corte di cassazione (art. 391 bis cod. proc. civ.) - Condizioni - Limiti - Omissione della descrizione di un motivo di ricorso poi valutato e deciso - Rilevanza ai fini della revocazione - Esclusione. Il limite dell'errore percettivo chiaramente posto dalla legge alla revocazione della sentenza della Corte di cassazione riconduce l'ambito di ammissibilità di detta impugnazione all'ipotesi di svista o mancata attenzione su di un fatto materiale o processuale che si traduca in una omessa percezione dell'esistenza stessa di un motivo di ricorso,...
Provvedimenti del giudice civile - sentenza - contenuto - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 766 del 14/01/2013Provvedimenti del giudice civile - sentenza - contenuto - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 766 del 14/01/2013
Indicazione delle norme applicate - Necessità - Esclusione - Vizi ex artt. 360, primo comma, n. 3 e 5, cod. proc. civ. - Inconfigurabilità - Fondamento. L'indicazione in sentenza, ai sensi dell'art. 118 disp .att. cod. proc .civ., delle disposizioni di legge applicate, non è prescritta a pena di nullità e, pertanto, non si ravvisa né il vizio di omessa motivazione, ex art. 360, primo comma, n. 5 cod. proc. civ., né il vizio di violazione di legge, ai sensi del primo comma, n. 3, della stessa disposizione, qualora, nella sentenza impugnata, non sia stato operato l'espresso richiamo alla...
Provvedimenti del giudice civile - sentenza - contenuto - motivazione - pluralità di argomentazioni - ad abundantiam – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n.23635 del 22/11/2010Provvedimenti del giudice civile - sentenza - contenuto - motivazione - pluralità di argomentazioni - ad abundantiam – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n.23635 del 22/11/2010
Impugnazione in cassazione dell'argomentazione "ad abundantiam" - Inammissibilità - Fondamento. E inammissibile il motivo di ricorso per cassazione che censuri un'argomentazione della sentenza impugnata svolta "ad abundantiam", e pertanto non costituente "ratio decidendi" della medesima. Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n.23635 del 22/11/2010  ...
provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 14611 del 23/06/2009provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 14611 del 23/06/2009
Giudizio secondo equità - Necessità di individuare la norma giuridica applicabile - Esclusione - Comprensibilità del ragionamento seguito per l'individuazione della regola equitativa - Assenza di contrasto con i principi della disciplina legislativa - Necessità. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 14611 del 23/06/2009 Nel giudizio secondo equità il giudice non ha l'obbligo di individuare preventivamente la norma giuridica astrattamente applicabile nè di applicarla in concreto, mentre ha l'obbligo di rendere comprensibile il procedimento logico-intuitivo seguito per determinare la regola...

___________________________________________________________
Copyright © 2001 Foroeuropeo: Il codice di procedura civile - www.foroeuropeo.it
- Reg. n. 98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Avv. Domenico Condello

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

procedura penale

procedura civile

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile